Poi toccò a me. Ormai ero terrorizzata.

"Poi toccò a me. Ormai ero terrorizzata. – Quando avremo tolto questo “kintir” (clitoride) tu e tua sorella sarete pure.- Dalle parole della nonna e degli strani gesti che faceva con la mano, sembrava che quell’orribile kintir, il mio clitoride, dovesse un giorno crescere fino a penzolarmi tra le gambe. Mi afferrò e mi bloccò... Continue Reading →

Annunci

Parità e Amore sono un’unica cosa

Oggi, San Valentino, come tutti sanno, è la festa degli innamorati e vorrei fare una riflessione sulle Donne e l'Amore. Seguo diverse pagine dedicate alle donne, spesso mi capita di vedere post, immagini e commenti di donne incattivite contro gli uomini, contro le relazioni, totalmente assorbite dalla loro indipendenza, oppure contro qualsiasi forma di "aiuto"... Continue Reading →

Quando sei una ragazza devi essere…

Quando sei una ragazza devi essere un sacco di cose e devi esserle tutte assieme. Devi essere dolce, ma non troppo perché altrimenti non riesci ad essere stronza e ai ragazzi piacciono le ragazze stronze. E se ti piacciono le ragazze non sei nemmeno degna di essere considerata una ragazza quindi perché stai leggendo? Devi... Continue Reading →

L’Influencer che vorrei

Un tempo le star erano le attrici, belle donne che sapevano recitare, poi le cantanti, donne più o meno belle che sapevano cantare, poi le modelle, belle donne che, pur basando il loro lavoro solamente sull'immagine, passavano dure selezioni e rispettavano i ritmi impegnativi di questa professione. Tutte professioni che richiedono una lunga gavetta, grandi... Continue Reading →

Essere importunate sul lavoro versione 2.0

Ecco la testimonianza di una nostra amica, un'avvocata: "Linkedin è (o dovrebbe essere) un social di contatti professionali, una vetrina per il proprio curriculum vitae, una possibilità in più per espandere la propria attività... Quando, dunque, arriva il sedicente "collega" che invia saluti vari in posta privata corredati di foto e ammiccamenti e fa domande... Continue Reading →

È giunto il tempo di alzare la voce

Sono l'1.26 di un sabato notte d'estate.Sono tornata a casa da poco.Ho passato l'ultima ora e mezza al telefono con una mia amica.Ero sconvolta.Alle 11.40 circa, stavo passeggiando per una via del centro di Milano. Ero da sola.Un uomo mi si avvicina e mi chiede un'informazione.Mi chiede se c'era una farmacia là vicino.Gli rispondo che... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Inizia ora