Sessismo a Sanremo: Diciamo NO

Care Amiche e Cari Amici,


da qualche giorno stiamo portando avanti la raccolta firme per dire NO al sessismo che caratterizza il Festival di Sanremo, su iniziativa di Isa Maggi, presidente di STATI GENERALI DELLE DONNE, manderemo questa lettera di protesta.


Chiedo a chi non avesse già fatto sull’altro post, di firmare come commento al nostro post di Facebook o di Instagram con il vostro nome, cognome e città di residenza, per accompagnare questa lettera ed esprimere la nostra posizione rispetto ai fatti di Sanremo. La lettera verrà inviata tra qualche giorno, quindi vi chiedo di darne massima diffusione.


Questo il testo della lettera:


“Al Presidente Rai, Marcello Foa, All’Amministratore Delegato RAI, Fabrizio Salini Al Consiglio di Amministrazione RAI: Rita Borioni, Beatrice Coletti, Riccardo Laganà, Igor De Biasio, Giampaolo Rossi Al Presidente e ai componenti della Commissione parlamentare di vigilanza RAI Al Vicedirettore Marketing RAI Giovanni Scatassa Alla Ministra alle Pari Opportunità e Famiglia Elena Bonetti Al Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli Al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte Al Presidente della Camera Roberto Fico Alla Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati

OGGETTO: FESTIVAL DI SANREMO 2020 – DICHIARAZIONI INACCETTABILI DI AMADEUS e PARTECIPAZIONE DI CANTANTI CON TESTI DISCRIMINATORI E LESIVI DELLA DIGNITÀ DELLE DONNE.


Come cittadini e cittadine, ma soprattutto come Donne e Uomini che le rispettano, impegnati quotidianamente nella lotta agli stereotipi di genere, si esprime profondo disagio e indignazione in merito alle dichiarazioni sessiste del direttore artistico e conduttore Amadeus nella Conferenza stampa di presentazione del Festival e una grande preoccupazione per le presenze e i ruoli annunciati.
A questo proposito, chiediamo con fermezza, che Amadeus venga sollevato dal ruolo di direttore artistico del festival e che i ruoli di primo piano NON siano affidati a soli uomini (Amadeus è affiancato da Tiziano Ferro e Fiorello) e le donne NON siano semplicemente elementi di contorno e che le presenze di artisti siano valutate attentamente, respingendo con fermezza chi propone testi come Junior Cally.
Quanto dichiarato da Amadeus, non è in linea con il Contratto di Servizio Pubblico 2018-2022 per i seguenti motivi:
1 – Non è rispettata la dignità della persona (Principi generali, art.2 punto e);
2 – Non vengono superati gli stereotipi di genere al fine di promuovere la parità e di rispettare l’immagine e la dignità della donna anche secondo il principio di non discriminazione (art. 2 punto g)
3 – Non vengono promossi modelli di riferimento per i minori, femminili e maschili, paritari e non stereotipati (art. 8 punto c)
4 – È completamente disatteso l’articolo 9, che riportiamo integralmente: “Art. 9 – Parità di genere 1. La Rai assicura nell’ambito dell’offerta complessiva, diffusa su qualsiasi piattaforma e con qualunque sistema di trasmissione, la più completa e plurale rappresentazione dei ruoli che le donne svolgono nella società, nonché la realizzazione di contenuti volti alla prevenzione e al contrasto della violenza in qualsiasi forma nei confronti delle donne. 2. Ai fini del conseguimento degli obiettivi di cui al comma 1, la Rai si impegna a: a) promuovere la formazione tra i propri dipendenti, operatori e collaboratori esterni, affinché in tutte le trasmissioni siano utilizzati un linguaggio e delle immagini rispettosi, non discriminatori e non stereotipati nei confronti delle donne; b) non trasmettere messaggi pubblicitari discriminatori o che alimentino stereotipi di genere; c) realizzare il monitoraggio e il relativo resoconto annuale, che consenta di verificare il rispetto della parità di genere nella programmazione complessiva. Il resoconto annuale e’ pubblicato nel sito internet dell’azienda ed e’ trasmesso al Ministero, all’Autorità’, alla Commissione, entro quattro mesi dalla conclusione dell’esercizio precedente.”
Secondo questo contratto di servizio, la RAI deve proporre un’immagine della donna aderente alla realtà, combattendo gli stereotipi e soprattutto deve contrastare la violenza contro le donne.
Si esige quindi che il Contratto sia rispettato, si chiede ai ministri che leggono per conoscenza, ciascuno per le proprie competenze di farsi carico della soluzione e si attende dai vertici RAI una risposta urgente, in mancanza della quale preannunciamo altre azioni a contrasto delle pratiche discriminatorie di genere segnalate e per il rispetto del Contratto di Servizio.
Infine si chiede di non inviare al grande pubblico messaggi diseducativi quali “la bellezza e lo stare un passo indietro sono i requisiti richiesti a una donna per fare carriera” oppure i messaggi estremamente sessisti e violenti contenuti nei testi di uno dei partecipanti al Festival.
Riteniamo, come donne, come madri, come insegnanti ed educatrici, che la presenza al Festival di Sanremo di Junior Cally sia un messaggio profondamente diseducativo, oltre che di incitamento a un atteggiamento sprezzante nei confronti delle donne, un incitamento alla violenza sulle donne.
Essendo il Festival un evento con grande ascolto mediatico, noi tutte e tutti chiediamo che Junior Cally non partecipi al Festival e che proprio dal palco di Sanremo si diano veri e forti messaggi di contrasto alla violenza maschile di genere.”
Firmiamo e facciamo girare il più possibile.
Il sessismo e la violenza contro le Donne va eradicato, partendo dalla televisione italiana.
Unite si può!

Ihaveavoice non ha scopo di lucro, aiutaci a sostenere le nostre iniziative con una donazione, anche la più piccola può fare la differenza!
Donare è facile, clicca qui sotto sul pulsante di PayPal!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: