Giornata Nazionale contro i disturbi alimentari: come riconoscerli.

3.000.000 di persone affette di disturbi alimentari in Italia.

8.500 casi nuovi ogni anno.

9 casi su 10 sono donne.

Solo il 10% chiede aiuto. 3 anni dopo l’inizio della malattia.

Il 70% sono adolescenti.

Il 20% sono bambini e ragazzi tra gli 8 e i 14 anni.

E si muore.

3240 persone muoiono ogni anno a causa di anoressia e bulimia.

Tra i 12 e i 25 anni, sono la prima causa di morte per malattia.


È importante intervenire precocemente. Ecco come capire i primi sintomi:

Il comportamento verso il cibo cambia, selezionando e rifiutando alcuni alimenti, tagliuzzando il cibo, , attività fisica eccessiva e subito dopo i pasti si corre in bagno. Inoltre, c’è un atteggiamento di isolamento e apatia, evidenziando problemi di tipo relazionale. Alla base c’è un disagio emotivo molto profondo.

Cosa fare:

Sono malattie psichiatriche complesse e necessitano di équipe multidisciplinari, non basta il nutrizionista o lo psicologo da solo. Occorre subito affidarsi ad esperti in questo campo e agire tempestivamente appena si vedono l’insorgere dei primi segni.

Chiedere aiuto:

È importante far sapere che se si chiede aiuto si guarisce. Il 90% non lo fa perché ha paura del giudizio.

Per approfondire questo argomento, vi consigliamo i seguenti libri:

Disturbi alimentari. Guida per genitori e insegnanti.

di Rachel Bryant Waugh, Bryan Lask e R. Ostruzzi. Lo potete trovare in Amazon cliccando qua.

E io non mangio!: Interpretare i capricci dei bambini a tavola e prevenire i disturbi alimentari.

di Pamela Pace e Marta Bottiani. Lo potete trovare in Kindle cliccando qua.

Inoltre potete leggere i nostri post dedicati a questo argomento:

Domenica 15 marzo è la giornata nazionale dedicata alla sensibilizzazione per i disturbi alimentari, Fiocchetto Lilla.


Ihaveavoice si unisce a questa campagna di sensibilizzazione pubblicando da oggi a domenica dei post dedicati a queste dilanianti malattie.

Aiutateci a condividere: conoscere è il primo passo per guarire.

Unite si può!

Ihaveavoice si impegna tutti i giorni nella lotta contro le violenze e disparità di genere, senza scopo di lucro. Sostenete le nostre iniziative con una donazione, anche la più piccola può fare la differenza!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: