Frances Goldin: la madre che adorava le sue figlie lesbiche.


Frances Goldin, la madre di NY che ha manifestato tutta la sua vita per le figlie lesbiche.

Oggi, per la giornata mondiale contro l’omofobia, vi vogliamo raccontare la storia di una donna, etero, madre di due ragazze, lesbiche.

Lei è Frances Goldin, oggi ha 96 anni, e già nel 1971, quasi 20 anni prima che l’OMS rimuovesse l’omosessualità dalla lista delle malattie mentali, quando parole come gay e lesbica non solo erano tabù, ma anche una grandissima vergogna, uno stigma, una cosa da nascondere e da combattere in tutti i modi, lei era in prima linea a marciare al Gay Pride di New York, con un cartellone che diceva: “Adoro le mie figlie lesbiche”.

Frances Goldin iniziò a manifestare al Gay Pride già nel 1971.

Così, ogni anno, portando lo stesso messaggio, ha partecipato con fierezza al Gay Pride, per difendere i diritti delle sue figlie e di tutti coloro che chiedono solo la libertà di essere sé stessi e di amare chi vogliono.

Il suo messaggio inizialmente citava solo “Io adoro le mie figlie lesbiche” ha poi aggiunto la richiesta “Tenelete salve” per assicurarsi che fossero rispettate e nessuno facesse loro del male per la loro sessualità, ed infine ha aggiunto sul retro la frase: “Le differenze arricchiscono ognuno di noi – Da un genitore fiero delle proprie figlie lesbiche”. Ancora oggi, nonostante l’età, Frances continua a partecipare al Gay Pride.

Frances Goldin e il suo cartello di manifestazione per il Gay Pride.

Lei ha dichiarato: “Quando ho visto la reazione dei manifestanti per il mio messaggio, mi sono profondamente commossa. Le persone correvano da me in lacrime e mi ringraziavano per il mio supporto. Mi dicevano ‘Vuoi essere mia madre??’ Questi ragazzi erano così disperati per avere l’amore e il supporto dei loro genitori, per essere accettati semplicemente ciò che erano”.

Questa grande donna, ci insegna la cosa più importante in questo giorno di sensibilizzazione contro l’omofobia: il diritto di ognuno di noi di essere amati e supportati per come siamo, senza imposizioni di stereotipi, e soprattutto, il diritto dell’amore di vincere su tutto.

No, all’omofobia.

Sì, alla libertà di amare.

Frances Goldin: l’influencer che vorrei

Ihaveavoice si impegna tutti i giorni nella lotta contro le violenze e disparità di genere, senza scopo di lucro. Sostenete le nostre iniziative con una donazione, anche la più piccola può fare la differenza!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: