Christine de Pizan: la femminista del Medioevo

Christine de Pizan, colei che ha ribaltato il ruolo della donna, tenendo testa ad un mondo dominato dagli uomini.

Cristina da Pizzano, nata a Venezia nel 1365, figlia dell’astronomo Tommaso di Benvenuto, è conosciuta come Christine de Pizan, perché fin da piccola si trasferì col padre a Parigi.

Tommaso, contro il parere di sua moglie, più tradizionalista, ha avuto il merito d’impartirle un’educazione letteraria approfondita, assai rara per una donna dell’epoca. Grazie all’educazione a cui ebbe accesso, Christine divenne una poetessa, scrittrice, editrice e filosofa.

È riconosciuta come la prima scrittrice professionista in Europa e la prima storica laica di Francia. Nelle sue opere liriche e narrative trae spunto dalla propria esperienza di vita, e non dalla tradizione religiosa o mitologica, come era frequente al tempo.

Cristina, dopo aver letto due opere di Boccaccio e di Jean de Meun, che sostenevano che la donna è per natura un essere vizioso, a dir poco s’infuriò, così prese carta e penna e scrisse uno dei grandi testi della storiografia di genere: Città delle Dame.

Questo libro parla dell’educazione femminile, che avvertiva come fondamentale. L’impossibilità di imparare, infatti, unita all’isolamento tra le mura domestiche, avevano causato la presunta inferiorità femminile e la sua assenza dalla scena culturale. Ma è una inferiorità di tipo culturale e non naturale, come si desume dai vari esempi che porta la scrittrice (Saffo, Proba, Novella, Ortensia e altre), visto che «una donna intelligente riesce a far di tutto e anzi gli uomini ne sarebbero molto irritati se una donna ne sapesse più di loro».

Tema importante ancora oggi, dove spesso la donna viene considerata meno capace, anche se i risultati nel mondo del lavoro, spesso, dipendono dalle minori opportunità che le vengono date.

Madre e moglie affettuosa, commerciante, filosofa, artista, Christine è riuscita ad essere tante cose assieme dimostrando che una non esclude l’altra, con intelligenza e determinazione, in un periodo storico ritenuto assolutamente misogino, si è affermata per le sue qualità personali.

E questo è l’augurio per tutte le Donne: non siate l’etichetta che vi viene imposta, ma semplicemente ciò che siete, e soprattutto ricordatevi che con la passione, l’impegno e la perseveranza non esistono limiti!

Christine de Pizan, influencer che vorrei!

Potete trovare il suo libro “La città delle dame”, clicca > QUA

Il libro adatto ai bambini da 6 anni in su “Christine e la città delle dame” di Silvia Ballestra e R. Petruccioli, clicca > QUA

Il libro che racconta della sua storia “Christine de Pizan. Una città per sé” di P. Caraffi, clicca > QUA

Oppure “Un’italiana alla corte di Francia. Christine de Pizan, intellettuale e donna” di Maria Giuseppina Muzzarelli, clicca > QUA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: