LA CULTURA DELLO STUPRO.

Abbiamo già fatto due post sugli insulti sessisti rivolti a Carola Rackete, comandante della Sea Watch 3.

Uno dove veniva definita cagna, e l’altro dove una donna diceva che era brutta. Speravamo che la questione si potesse chiudere così, ma siamo costretti a scrivere ancora su questa vicenda, aggiungendo le affermazioni schifose di tanta altra gente.

Uomini che le augurano lo stupro, in continuazione. Glielo urlano in un video mentre lei scende dalla nave, lo scrivono come appello su Twitter, lo scrivono nei commenti di Facebook.

“MA STA GRAN PUT**** MERITA DI ESSERE STUPRATA”



“SEI UNA RICCA DI MER** E SARAI VIOLENTATA DAI TUOI NEG**, MA VEDRAI TI PIACERÀ AVERE FIGLI BASTARDI”


Rilanciato da: “NO VIOLENTATA SE LE (li è*, ndr) FATTI VOLONTARIAMENTE UNO A UNO IN QUESTI GIORNI… UN NEG** AL GIORNO SI È FATTA STA TRO**… DEVONO AFFONDARLA STA CAGNA”



Il ragazzo del video le urla mentre scende dalla nave: “SPERO TI VIOLENTINO STI NEG**. A QUATTRO A QUATTRO TE LO DEVONO INFILARE. TI PIACE IL CAZ** NEG**.” E continuano insultando anche i politici che erano saliti a bordo della nave, augurando loro: “LE MOGLI VI DEVONO STUPRARE”


E poi ancora, un militante di CasaPound, scrive fiero nel suo profilo Twitter:




“DAREBBERO 50€ A UNA PERSONA PER RIEMPIRLA DI BOTTE E FARSELA IN GRUPPO. LA SISTEMIAMO IN UN MOTEL FUORI MANO, APPENDIAMO IMMAGINI RELIGIOSE SULLE PARETI E SCATENIAMO QUEI PORCI CONTRO DI LEI. È ROBUSTA LA RAGAZZA, SECONDO ME NE REGGE ANCHE 4 ALLA VOLTA”.

Stupri. Stupri di gruppo. Picchiata. Cagna. Tro**. Put****.


Non da uno, ma da tantissimi uomini italiani. Troppi.

E lo fanno vantandosene, sentendosi nel giusto. Uomini forti.

Uomini che hanno il diritto di sopraffare una donna.

Uomini che hanno il diritto di abusare del corpo di una donna.

Perché la donna è un oggetto, del quale un uomo può disporre.

È un essere inferiore, che non va rispettato.

Quando hanno insultato i politici maschi, non hanno augurato loro del male, ma lo hanno fatto alle loro mogli. Alle donne.

Perché le donne si possono violentare, le donne si possono usare a proprio piacimento, mentre gli uomini non si toccano.

Il problema di questi insulti disgustosi è che sono il palesarsi dei pensieri maschilisti di questa società e dai pensieri ne derivano le azioni.

Così come ci si sente legittimati ad augurare ad una donna di essere stuprata e picchiata, ci si sentirà anche legittimati nel farlo.

Questi comportamenti vanno puniti severamente. Questa mentalità va combattuta.

Le donne vanno tutelate.

Se Carola Rackete ha sbagliato, sarà la legge a deciderlo, ma va comunque rispettata come donna.

Queste non sono oscenità rivolte a lei per quello che ha fatto, ma sono rivolti a lei in quanto donna.

Abbiamo lanciato da diverso tempo la petizione per contrastare pedofilia e violenza sulle donne #MaipiùNoa, abbiamo deciso di aggiungere un punto alla petizione, per punire anche questi comportamenti incivili, disgustosi e soprattutto pericolosi:

– Gli insulti sessisti e di incitamento alla violenza sulle donne saranno puniti con una pena commisurata all’insulto e con un’ammenda, oltre ad un risarcimento danni per la vittima. Inoltre, il colpevole, dovrà partecipare a dei corsi di rieducazione, per apprendere il rispetto per le donne.

Non possiamo più accettare tutto questo.

Dobbiamo fare qualcosa per fermare questa cultura dello stupro e della violenza.

È ora di dire basta.

È ora di agire.

Firmate tutti e diffondete la petizione: http://bit.ly/2MJwksP

Unite, si può!

Ihaveavoice non ha scopo di lucro, aiutaci a sostenere le nostre iniziative con una donazione, anche la più piccola può fare la differenza!
Donare è facile, clicca qui sotto sul pulsante di PayPal!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Inizia ora
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: