GRAZIA PER ASSUNTA

Vi abbiamo raccontato la tristissima storia della signora Assunta Casella, 60 anni, comprata a 14 anni dal marito, Severino Viora, vent’anni in più di lei, per 500 mila lire. Dopo aver subito per più di 40 anni maltrattamenti, abusi e persino essere stata costretta a prostituirsi, si è liberata dal suo aguzzino, uccidendolo.

La giustizia italiana le ha dato 21 anni di carcere.

In moltissimi casi di femminicidio, agli uomini vengono concesse tantissime attenuanti, “raptus per gelosia”, “stress da separazione”, ecc., e in pochi anni si ritrovano fuori. A questa donna non è stata concessa nessuna attenuante, se non quelle generiche, con la conseguenza che probabilmente passerà il resto della sua vita in carcere.

Una vita mai vissuta, che le è stata strappata via a 14 anni da un uomo padrone. Da un orco, che si è appropriato del corpo di una ragazzina indifesa.

Uccidere e farsi giustizia da soli è certamente sbagliato, ma questa donna non aveva i mezzi né le capacità per chiedere aiuto e liberarsi da lui in modo legale. Non poteva permettersi un avvocato, non aveva nessuno che la potesse consigliare al meglio e non sapeva cosa fare.

Questa donna ha già subito più di 40 anni di inferno ed ora vogliono punirla per il resto della sua vita.

Una ragazzina di 14 anni abbandonata dalla famiglia, venduta per pochi soldi.

Una donna abbandonata dalla società, che non ha saputo darle un punto di riferimento o un aiuto.

Una donna abbandonata dalla giustizia, che le ha voltato le spalle, fregandosene delle sue sofferenze.

Una donna senza voce, a cui, noi abbiamo deciso di dargliela.

Abbiamo deciso di chiedere la Grazia al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in base all’articolo 681 del codice di procedura penale, con intercessione del Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede.

Questa donna ha già pagato per più di 40 anni, per la sola “colpa” di non avere avuto una famiglia che si prendesse cura di lei.

In Francia è già successo un caso simile: Jaqueline Sauvage uccise il marito che la picchiava e stuprava le figlie, e il presidente François Hollande le concesse la grazia.

Per promuovere questa richiesta abbiamo bisogno di voi: firmate con nome, cognome, luogo di residenza (ad esempio “Elisa Rossi, Roma”)nei commenti nell’apposito post nella nostra pagina facebook: https://www.facebook.com/I.have.a.voice1/posts/2946557292038220?__tn__=K-R

Se volete scrivere altro, scrivetelo in un altro commento, ma lasciate il vostro nome in una riga apposita.

Questo ha lo stesso valore legale di Change.org.

Condividete il post di Facebook il più possibile, deve diventare virale. Tutti devono sapere la storia di questa donna.

Mi raccomando: condividete, non fate copia incolla, la raccolta firme va fatta sotto quel post.

Abbiamo lanciato anche una raccolta fondi per sostenere le spese legali e per riuscire ad arrivare almeno a 50.000 firme.

Basta una piccola donazione: https://www.gofundme.com/f/grazia-per-assunta

Non possiamo abbandonarla anche noi. Dobbiamo restituirle la vita che le è stata rubata più di 40 anni fa.

Aiutateci a liberare questa Donna.

Unite, si può.

Ihaveavoice non ha scopo di lucro, aiutaci a sostenere le nostre iniziative con una donazione, anche la più piccola può fare la differenza!
Donare è facile, clicca qui sotto sul pulsante di PayPal!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Inizia ora
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: