Chi sono i RedPilliani?

Redpill: teorie sessiste e misogine che incitano all’odio contro le donne.

La teoria RedPill, da cui derivano i redpilliani, sostiene che esista un’enorme sproporzione di opportunità a favore delle donne nello scegliere un compagno sessuale.
Ritengono che le donne scelgano solo in base al LMS (look, money, status), ossia aspetto fisico, status sociale e soldi.

La maggior parte dei sostenitori di questa teoria, si considera troppo brutto e povero per essere scelto da una donna, e sono quindi “incel”, celibi involontari (ossia non per loro scelta, ma perché sono rifiutati dalle donne).

Questo fa si che odino profondamente le donne, siano contrari alla liberazione sessuale che permette alle donne di scegliere quanti e quali partner avere e naturalmente disprezzino le femministe.

Ritengono che avere rapporti sessuali sia un diritto umano e quindi sono favorevoli alla prostituzione.

Rinnegano l’esistenza della omosessualità femminile, ritenendo gli atti sessuali tra donne una degenerazione oppure un ripiego per l’incapacità di intrattenere relazioni con uomini con valore LMS abbastanza alto da soddisfarle.

Ci sono stati diversi casi di incel che hanno generato attentati terroristici in Nord America in tempi recenti: 28 persone uccise, 44 ferite e diverse minacce di stragi da parte di uomini, spesso giovani 20enni, arrabbiati e frustrati per essere rifiutati dalle donne.

Diversi studi hanno dimostrato come le community online di Incel promuovano l’odio contro le donne e peggiorino la condizione psichica degli uomini che ne fanno parte.

Le caratteristiche psicologiche ricorrenti degli incel sono: isolamento sociale, elevati livelli di ansia, depressione, inibizione, negatività o disturbi della personalità. Il loro insuccesso in campo amoroso, quindi, sarebbe legato a problemi che li riguardano le loro scelte di vita, ma non al modo generale in cui si attuano le dinamiche sociali che essi criticano.

Molti incel, infatti, rifiuterebbero – per libera scelta o inconsciamente – di avere una vita sociale, isolandosi e auto-inducendosi la solitudine affettiva di cui si lamentano.

Questa corrente di pensiero, quindi, non solo può essere estremamente dannosa per gli uomini che la sostengono, ma anche e soprattutto, può portare a violenze contro le donne, arrivando addirittura a stragi.

In Italia ci sono delle pagine Facebook che sostengono questa teoria, in particolare segnaliamo: Il Redpillatore.

Questa pagina non scrive post particolarmente volgari o violenti, tuttavia porta avanti una corrente di pensiero che può essere molto pericolosa.

Alcune pagine Redpiliane e di Incel sono state chiuse all’estero, proprio per il pericolo di fomentare odio e violenza contro le donne.

Dobbiamo eliminarle anche in Italia, chiudendo le pagine nei social network.

Grazie all’intervento coeso di tutti voi, abbiamo già fatto chiudere altri profili Facebook di odiatori di donne. Uniamoci anche stavolta, segnalando in massa questa pagina, senza scrivere insulti perché, come sosteniamo sempre, l’odio non si batte con altro odio,

Basta andare nella loro pagina Facebook (clicca qua), cliccare sui tre puntini in alto, scegliere l’opzione segnala, cliccare su incitamento all’odio e premere invia (vedi foto).

Segnala la pagina
Incitamento all’odio

Segnaliamo in massa e condividiamo questo post.

Queste persone vanno fermate se non vogliamo rischiare le stesse stragi che ci sono state in America.

Basta odio contro le Donne.

Unite si può!

AGGIORNAMENTO: questo articolo era già uscito nel nostro sito da qualche tempo, i Redpill e gli Incel lo hanno visto e da qualche settimana stanno attaccando la nostra pagina Facebook, riempiendoci di recensioni negative (alcuni con profili falsi di donne) e ci hanno anche scritto email e messaggi privati intimandoci di toglierlo.

Un attacco di oggi, dopo che è uscito il nostro post in Facebook.



Come ben sapete, noi, non solo non stiamo zitte, ma andiamo avanti con la nostra battaglia contro l’odio e la violenza verso le donne a testa alta.

Vi chiediamo quindi di sostenere la nostra pagina scrivendoci delle recensioni positive per controbilanciare le loro e segnalare in massa la loro pagina.

Vi ringraziamo per la vostra collaborazione, se combattiamo tutte unite, davvero insieme possiamo vincere!

Ihaveavoice si impegna tutti i giorni nella lotta contro le violenze e disparità di genere, senza scopo di lucro. Sostieni le nostre iniziative con una donazione, anche la più piccola può fare la differenza!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: